Loading...
http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/slide.1gk-is-110.JPG http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/3gk-is-110.JPG http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/2gk-is-110.JPG http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/slide.4gk-is-110.jpg http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/Workshop Uno sguardo ad Estgk-is-110.jpg
Text

Progetti

Sempre in continuo aggiornamento

Food & Drink

Il piacere incontra la tavola

Eventi e Fiere

Protagonisti in bella mostra

Il presidente

Antonio Barile

Workshop

Hong Kong hub per la Cina

Fisco Italia – Taiwan. Al via l’accordo contro la doppia imposizione.

L’accordo tra Italia e Taiwan in materia fiscale, previsto dalla legge legge n. 62/2015 (Norme recanti regime fiscale speciale in relazione ai rapporti con il territorio di Taiwan), ha acquisito efficaica definitiva con il comunicato del Ministero degli Affari Esteri italiano pubblicato in Gazzetta ufficiale del 5 aprile 2016 n. 79.

Nel comunicato del Ministero si precisa le norme contenute nella legge n. 62/2015 – che disciplina i rapporti fiscali tra Italia e territorio di Taiwan con riferimento alle imposte sui redditi hanno acquisito efficacia a partire dal 1° gennaio 2016.
Benchè Taiwan sia riconosciuta dal WTO, è bene precisare che la Repubblica di Cina (Taiwan) non gode del riconoscimento internazionale di nazione autonoma rispetto alla Repubblica Popolare Cinese.
Il suddetto accordo (che non ha natura giuridica di “trattato”) ha quindi la finalità di armonizzare le le fattispecie impositive in materia fiscale visto che Taiwan rappresenta un partner commerciale importante per l’Italia.
In particolare, per tutte quelle aziende italiane che operano nella costruzione di impianti industriali a Taiwan, si segnala l’art. 5 che detta una dettagliata disciplina in materia di stabile organizzazione.
La legge si compone di 30 articoli, ed ha altresì la finalità di eliminare le doppie imposizioni che prima erano generate dalla mancata armonizzazione delle rispettive normative fiscali.

L’ambito soggettivo di applicazione riguarda le persone fisiche e giuridiche, comprese le stabili organizzazioni, residenti in uno o in entrambi i territori considerati.
L’ambito oggettivo riguarda le imposte IRPEF, IRAP e IRES e gli omologhi tributi operanti nel territorio della Repubblica di Cina (Taiwan).


Per ogni ulteriore approfondimento potete contattare: 
Avv. Raffaele Covelli
+39 02 80886357
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Puglia 2 China La Puglia guarda alla Cina per la formazione e lo sviluppo economico del territorio pugliese.

Lunedì 23 maggio 2016 - Foyer del Teatro Petruzzelli - Bari

 

"Nello scenario globale così complesso ed estremamente dinamico, agire in ottica sistemica ed integrata e puntare sulle risorse umane e sulla formazione di qualità come fattore strategico di vantaggio competitivo, sono le condizioni necessarie per lo sviluppo sostenibile dei territori ed, al contempo, per consentire agli stessi di cogliere le opportunità di crescita sui mercati esteri”.

Così l'Assessore Formazione e Lavoro della Regione Puglia, Sebastiano Leo, saluta l'arrivo a Bari del Ministro Consigliere, Ufficio Economico Commerciale dell'Ambasciata Cinese in Italia Xiaofeng Xu, per la presentazione del Rapporto Annuale della Fondazione Italia Cina di Cesare Romiti, “La Cina nel 2016”.

“Puglia 2 China” è un evento informativo-formativo, organizzato da Regione Puglia ed ARTI, nell'ambito del progetto “Osservatorio Regionale dei Sistemi d’Istruzione e Formazione”, in collaborazione con la Fondazione Italia Cina, rivolto ai sistemi formativo ed economico pugliesi, per sensibilizzarli alle potenzialità e prospettive offerte dal Paese asiatico.

Bari è la tappa pugliese del tour nazionale di presentazione del Rapporto Annuale 2016 della Fondazione Italia Cina, che è stata rappresentata nell’evento dal suo Presidente Cesare Romiti. E' stato il Responsabile Marketing della Fondazione Italia Cina, Alberto Rossi, a presentare il più importante documento prospettico e strategico sulla Cina attualmente presente in Italia, giunto alla sua settima edizione, e finalizzato a mostrare scenari e prospettive per la nostra Nazione. Inoltre, Antonio Barile, Presidente della Camera di Commercio Italo Orientale, è intervenuto per presentare alle imprese pugliesi la strategicità che rivestono informazioni aggiornate e di prospettiva, al fine di definire strategie aziendali vincenti di penetrazione commerciale in Cina.

 

 

Inoltre, a concludere gli interventi istituzionali, il Presidente della Regione Michele Emiliano, ha illustrato gli scenari politici, economici e di accesso al business in Cina.

 

La testimonianza della best practice pugliese, Exprivia S.p.A., è stata rappresentata da Mario Ferrario, che costituisce un esempio di azienda pugliese che si è consolidata con successo anche nel variegato mercato cinese. Chiudono la sessione tecnica gli interventi del capo Italia di DHL, Mario Zini, e del Partner - Mediterranean Leader | Advisory Services – EY, Andrea Paliani.

Ascoltare i bisogni del territorio, innalzare qualità ed attrattività dell’istruzione e formazione regionali, connettere formazione e sistema economico, allargare gli orizzonti dei pugliesi alle opportunità nazionali ed internazionali, sono gli obiettivi che la Regione Puglia ed ARTI si propongono di conseguire mediante il progetto “Osservatorio dei sistemi d’istruzione e formazione regionali”.

Altri articoli...

Dove siamo

  • Corso Cavour, 2
    70121 Bari, BA - Italia

Contatti

  • +39.080.5538659 - +39.080.2174274
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari di apertura

Da Lun a Gio

Ven

9.00 - 13.30 / 14.30-18.30

9.00 - 14.00

Sab-Dom Chiuso