Loading...
http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/slide.1gk-is-110.JPG http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/3gk-is-110.JPG http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/2gk-is-110.JPG http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/slide.4gk-is-110.jpg http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/Workshop Uno sguardo ad Estgk-is-110.jpg
Text

Progetti

Sempre in continuo aggiornamento

Food & Drink

Il piacere incontra la tavola

Eventi e Fiere

Protagonisti in bella mostra

Il presidente

Antonio Barile

Workshop

Hong Kong hub per la Cina

NEWSLETTER N.413

NEWSLETTER N. 13/04                                                                 Bari 21/12/04

 

 

Comunicazioni Camera          :      Sito Web – Programmazione 2005 - “Camera                    Arbitrale Internazionale Adriatica”

 

Notizie                         :      Albania, Grecia,Importazione da Paesi terzi, Importazione tessili,

                                           Informazioni in materia di origine, Accise, Imposta valore aggiunto,

                    Congelamento capitali ex Jugoslavia, Fiere all’estero

Richieste e Offerte     :     Cina – Hong Kong, Grecia, Giappone, Lituania, Taiwan, Turchia

 

Eventi  Fiere               :      Zagabria, Bucarest, Skopje,  Plovdiv, CINA

Servizi offerti             :      Servizi commerciali in Cina

Scadenze fiscali         :      Dicembre

 

 

Comunicazioni Camera

 

                                                                      SITO WEB 

 

Chi non dovesse essere ancora presente sul sito è invitato a contattarci per chiarire le modalità di inserimento dati e foto. Vi ricordiamo che al momento questo servizio è gratuito per i soci della Camera.

 

Programmazione 2005

 

Invitiamo i Signori Soci a suggerirci quali attività o servizi vorrebbero vedere attivati per il 2005, affinché la programmazione sia consona alle esigenze del maggior numero di iscritti. Il Vs. aiuto é prezioso e consentirebbe alla Camera di essere un reale utile strumento per l’attività di internazionalizzazione di tutti. 

 

Uno strumento a favore delle imprese : Camera Arbitrale Internazionale Adriatica

 

Uno degli scopi principali che gli stati esteri intendono raggiungere, aprendo un proprio ufficio consolare è l’offerta di assistenza e supporto agli operatori economici del proprio paese, pubblici o privati, che avviano o mantengono relazioni commerciali con imprese italiane.

Accade, però, di frequente che ci si rivolga al Console affinché intervenga per mediare contrasti commerciali o per cercare di comporre bonariamente le controversie che insorgono tra un’azienda estera ed una italiana, ad esempio,  in merito alla qualità di certe forniture o ai relativi pagamenti .

In considerazione di tali circostanze, agli inizi del 2004, l’Assemblea del Corpo Consolare di Puglia e Basilicata ha deliberato la costituzione della “Camera Arbitrale Internazionale Adriatica”, con il fine di utilizzare questo strumento per la definizione di controversie, in particolar modo commerciali, che dovessero insorgere nell’interpretazione o applicazione di intese ed accordi tra imprese italiane ed estere, utilizzando i procedimenti di arbitrato rituale, arbitrato irrituale o libero, arbitraggio, perizia contrattuale.

Ulteriori funzioni della Camera sono lo sviluppo ed il perfezionamento delle procedure di conciliazione nell’interesse del commercio, dell’industria, dell’artigianato, dell’agricoltura e dei servizi, nonché la diffusione delle procedure arbitrali, anche mediante attività di documentazione, elaborazione dati, studio e ricerca, in funzione della composizione della controversia in materia commerciale, sia nazionale che internazionale.

La particolare natura di strumento alternativo ai Tribunali nazionali per la risoluzione di questioni insorte tra controparti provenienti da paesi diversi, vede nella Camera Arbitrale Internazionale Adriatica un luogo in cui, essendo presenti i rappresentanti consolari di diversi stati, assicura che le decisioni assunte non saranno influenzate dalla nazionalità delle parti. Ciò costituirà una valida ragione per indurre le imprese italiane orientate all’import-export, a prevedere nei propri accordi il ricorso alla Camera Arbitrale Internazionale Adriatica per definire gli eventuali contrasti con interlocutori stranieri.

La Camera Arbitrale Internazionale Adriatica, che inizierà ad operare nei primi mesi del 2005, sarà amministrata e diretta dall’Assemblea e dal Consiglio Arbitrale. Di tali organi faranno parte soggetti istituzionali, quali Regione, Provincia, Camere di Commercio, Fiera del Levante, Camera di Commercio Italo Orientale, Università ed esperti provenienti dalla magistratura, dal mondo delle libere professioni  e dell’imprenditoria.

Gli arbitri  che fanno parte degli elenchi della Camera, sono soggetti particolarmente esperti in materia giuridica, economica e tecnica in genere, in grado di poter trattare e discutere delle questioni loro demandate non necessariamente in lingua italiana.

Al fine di diffondere il ricorso allo strumento arbitrale, il regolamento della Camera Arbitrale Internazionale Adriatica prevede l’applicazione di un tariffario che renda chiari i costi che le parti dovranno sostenere, fin dall’inizio del giudizio.

La nostra Camera è entrata a far parte dei membri di diritto dell’Assemblea.

 

Notizie

Albania:  L'UE sostiene la gestione delle finanze pubbliche

La delegazione della Commissione Europea in Albania ha annunciato che presto verrà iniziata l'implementazione, attraverso un fondo di 6 milioni di euro, di un progetto a favore della gestione delle finanze pubbliche nel Paese balcanico. Questo progetto include assistenza tecnica, computerizzazione e rinnovo delle strutture del Ministero delle Finanze albanese. Il nuovo progetto della UE sarà condotto nel quadro del programma CARDS, che prevede l'assistenza europea alla ricostruzione, allo sviluppo ed alla stabilizzazione dei Balcani. L'Unione Europea e l'Albania hanno da poco sottoscritto il programma annuale CARDS 2005, con il quale vengono messi a disposizione fondi per 58,5 milioni di euro. I finanziamenti CARDS di quest'anno per l'Albania ammontavano a 46,5 milioni di euro.

 

Ue: in Grecia e Italia le maggiori perdite quote mercato

Tra il 2002 e il 2004 "i Paesi in cui si registrano le perdite più elevate di quote di mercato sono in successione Grecia e Italia". È scritto nel Bollettino economico della Commissione europea. La performance dell'export, indice delle esportazioni in rapporto alla forza dei mercati di destinazione, segnala al primo posto per migliore prestazione la Germania seguita dalla Spagna.

 

Importazione  Banane  dai  Paesi  Terzi

Con regolamento Ce n. 1892/2004 la Commissione Ce ha stabilito misure transitorie, per l'anno 2005, per l'importazione di banane dai paesi terzi, nell’ ambito dei contingenti tariffari comunitari disciplinati dal regolamento Ce n. 896/2001, riguardante le modalità di applicazione del regolamento Cee n. 404/93 relativamente al regime comune di importazione di banane nella comunità. In particolare, si segnala l' istituzione di un quantitativo supplementare pari a 460 000 tonnellate, per tener conto del reCente allargamento dell' unione europea ai dieci nuovi stati membri (Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Slovenia e Ungheria).

 

Importazione  Prodotti  Tessili

Con regolamento Ce n. 1877/2004, la Commissione Ce, al fine di sostenere il processo di riforme politiche ed economiche di Serbia e Montenegro (già repubblica federale di Jugoslavia), ha modificato l'allegato III B del regolamento Ce n. 517/94 concernente il regime comune di importazione dei prodotti tessili dai paesi terzi cosiddetti “non accordisti”, incrementando le quote annue riguardanti i prodotti delle categorie tessili 6, 7, 15 e 16, la cui importazione e’ tuttora soggetta ad autorizzazione.

Cina

Con regolamento Ce n. 1944/2004, la commissione Ce, in attuazione delle misure di flessibilità richieste dalla Cina, ha autorizzato il trasferimento di quote di importazione tra esercizi contingentali, relativamente a talune categorie di prodotti tessili la cui introduzione nella comunità e' tuttora sottoposta ad autorizzazione, ai sensi del regolamento Cee n. 3030/93, riguardante il regime comune di importazione dei prodotti tessili originari dei paesi terzi. in particolare, sono stati autorizzati trasferimenti di quote dall' anno contingentale 2003 all' esercizio contingentale 2004 (con adeguamenti quantitativi variabili dallo 0,002 % al 4,0 %), per tutte le categorie tessili regolamentate.

 

Macedonia: micro-crediti alle piccole imprese

La banca tedesca per la ricostruzione e lo sviluppo Kreditanstalt fur Wiederaufbau (Kfw) erogherà una linea di credito da 5,7 milioni di euro per prestiti a favore di piccole e medie imprese macedoni. Ad annunciarlo è stata la Macedonian Bank for Development Promotion (Mbdp). La Mbdp ha autorizzato tre istituti di credito macedoni - Tutunska Banka, ProCredit Bank e Izvozno- Kreditna Banka - a erogare ciascuno 1,9 milioni di euro per prestiti a favore di imprese per un ampia gamma di utilizzi: acquisto di macchinari, di terreni e incremento di capitale circolante. Questo progetto è la continuazione della precedente linea di credito da 6,6 milioni di euro stanziata da Kfw e implementata sempre attraverso le stesse banche macedoni. Altri 500mila euro saranno distribuiti attraverso l' agenzia di risparmio macedone Moznosti, sempre sotto forma di micro-crediti.Le società che contano fino a un massimo di 20 dipendenti avranno accesso a prestiti biennali fino a 15mila euro, con un periodo di grazia di un anno. Le società fino a un massimo di 100 dipendenti potranno ottenere prestiti fino a 36 mesi e per un importo massimo di 50mila euro, sempre con un periodo di grazia di un anno. Gli interessi saranno compresi fra un tasso dell' 11 e del 18%, a seconda del destinatario e dell' utilizzo finale del prestito ( sole24ore)

 

Informazioni  vincolanti  in  Materia  di  Origine

La commissione Ce ha pubblicato il nuovo elenco delle autorità dei 25 stati membri abilitate alla ricezione ed al rilascio delle informazioni vincolanti in materia di origine delle merci, in applicazione dell' articolo 6 del regolamento Cee n. 2454/93, riguardante le disposizioni di applicazione del codice doganale comunitario, adottato con regolamento Cee n. 2913/92 .Per quanto concerne l' Italia, resta confermata l' individuazione dell' ufficio applicazione tributi dell' agenzia delle dogane.

 

Accise

L’agenzia delle dogane ha reso noto che dal 1° gennaio 2005 entrerà in vigore l' armonizzazione dei codici di accisa (applicate sia sul piano interno sia nei confronti dei prodotti di importazione) fra i 25 paesi aderenti all' unione europea, ai sensi delle vigenti disposizioni comunitarie e del Testo Unico sulle accise adottato con decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504. In particolare, e' stato precisato che tale armonizzazione consisterà nell' introduzione di un formato standard di codici composto da 13 caratteri alfanumerici, di cui i primi due saranno quelli identificativi dello stato membro (per l'Italia, IT) in cui opera il soggetto assegnatario del codice stesso.

 

Imposta  sul  Valore  Aggiunto

Decisione n. 2004/737/Ce, il Consiglio Ue ha autorizzato l' Italia a concludere un accordo con la Svizzera per non imporre l’IVA sui pedaggi del traforo del Gran San Bernardo, in deroga all' articolo 2, paragrafo 1, della direttiva 77/388/Cee, riguardante l’armonizzazione delle legislazioni degli stati membri in materia di imposte sulla cifra d’ affari.

La GUUE n. l 331 del 5 novembre 2004 pubblica il regolamento Ce n. 1925/2004, con cui la commissione Ce ha stabilito le modalità di applicazione degli articoli 18, 35 e 37 del regolamento Ce n. 1798/2003, relativo alla cooperazione amministrativa in materia di imposta sul valore aggiunto.

 

Congelamento  dei  capitali  Jugoslavi

Con regolamento Ce n. 1965/2004, la Commissione Ce ha modificato l'allegato I del regolamento Ce n. 1763/2004 istitutivo di misure restrittive a sostegno delle attività del tribunale penale internazionale per l' ex Jugoslavia.
E’ stato disposto l'aggiornamento dell' elenco delle persone fisiche accusate dallo stesso tribunale, nei confronti delle quali si applica il congelamento dei fondi e delle risorse economiche e finanziarie detenute all' estero

 

 

Fiere all’estero, no al bonus

La Commissione europea ha considerato lesivi della concorrenza gli incentivi fiscali a favore delle aziende italiane partecipanti a fiere all'estero, previsti dal decreto legge 269/2003 collegato alla Finanziaria dell'anno scorso. Lo Stato italiano deve dunque provvedere al recupero delle somme già erogate. La Commissione europea ha riconosciuto la compatibilità con le regole europee sugli aiuti di Stato nel solo caso in cui le agevolazioni erogate alle Pmi non siano eccedenti il 50% dei costi connessi con la prima partecipazione a un'esposizione su un nuovo mercato. Per queste somme non è richiesta la restituzione.

 

RICHIESTE E OFFERTE

 

CINA – HONG KONG

Richieste

Prodotti (food and wine) per ristoranti di alta qualità, specialmente vini, formaggi, dolci tipici, frutta e vegetali, olio d’oliva

Prodotti lavorati e semilavorati in legno per arredamento

Medicine e prodotti chimici dell’industria farmaceutica

Prodotti ed attrezzature mediche per sale operatorie, strumenti diagnostici e per radiografie.

Macchinari per pompe d’acqua, valvole industriali ecc..

Accessori di moda per l’abbigliamento

Impianti e macchinari per riscaldamento - caloriferi

Accessori di moda, soprattutto bigiotteria ed orologi

Scarpe in pelle per uomo, donna e bambino

Prodotti alimentari italiani e personale specializzato per apertura ristoranti italiani in Cina

Accessori bagno di alta qualità

Articoli da regalo

Mobili per arredamento e mobili antichi fatti a mano

Accessori e abbigliamento

Materie prime alimentari, in particolare per la produzione di miele e sostanze affini.

Designer italiani di accessori per la casa o aziende che desiderano aprire franchising ad Hong Kong o in Cina

Prodotti per la lavorazione di materie plastiche

 

GRECIA   

Richiesta

abbigliamento da bambino.

Pharmecan P.O.B. 8268 - 100 Athens
E-mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Telefono: 0030 210 3227270    FAX: 0030 210 3236166    
Lingue di corrispondenza: Inglese/ Greco    CONTATTARE: Mr. Alexakis

 

GIAPPONE   

Richiesta

Gioielli; borsette da donna; articoli da regalo.

Shin Terada e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Lingue di corrispondenza: Inglese    Contattare: Mr. Shin Terada

 

LITUANIA

Ricerca

Ugelli spruzzatori in plastica per estintori

 

TAIWAN

Richieste

YAUNG YAUNG

Azienda taiwanese cerca produttori di pelle grezza di maiale per la manifattura di scarpe e borse.

YUNG KIEN INDUSTRIAL CORP.

Azienda taiwanese vorrebbe importare dall’Italia un quantitativo di polline di fiori per il settore erboristico

 

Offerte

MULTISUNS CORP.

Azienda taiwanese ricerca importatori di attrezzature digitali e di telecomunicazione.

JOYTECK CO LTD

Azienda operante nel settore delle telecomunicazioni e digitale, vorrebbe entrare in contatto con produttori, distributori e importatori italiani.

OE-TEK INC.

Azienda specializzata nella produzione di cavi per fibra ottica è alla ricerca di importatori, distributori e grossisti italiani.

HPB OPTOELECTRONICS CO.LTD.

Azienda taiwanese vorrebbe entrare in contatto con importatori e produttori italiani di accessori elettronici per automobili.

JONTING ENTERPRISE CO. LTD.

Azienda taiwanese ricerca produttori, distributori e grossisti di sedie per ufficio, componenti per sedie e ferramenta.

YENSAY INTERNATIONAL CO.LTD

Azienda taiwanese desidera esportare articoli natalizi, decorazioni, luci di natale, articoli per la casa e sportivi.

TURCHIA

Richieste

PVC Foam Board
Auto Gas Conversion Equipment
Wire Forming Machines, Die Casting Machines
Paint Raw Materials
Osb, Mdf, Chipboard

Denim Fabrics To Turkey
Spices, medicinal herbs and natural glue.
Auto Bulbs
Tyres
Denim Fabrics

 

Offerte

Furniture - Sitting Groups, Sofas, Mattresses And Home
Citrus fruit and fresh fruit  From Turkey
Screen Printing Fabric
Plastic Packaging
Casting House Machines

Window curtains - Decorative fabrics - Table cloths
Bakery Machines And Equipments
Jacquard & Woven curtains
High Fashion Leather Belts And Wallets.
Spare Parts Buses And Trucks

 

Maggiori dettagli in segreteria.

Dalla Turchia, sono inoltre giunte moltissime offerte legate al settore tessile: filati, tessuti, abiti pronti, biancheria per la casa.

 

Eventi - Fiere

 

·  Zagabria, Croazia - 17 - 29 dicembre 2004

Fiera di Natale

·  Skopje, FYR Macedonia - 1 - 31 dicembre 2004

Bire - Balkans Infrastructure Rebuild Exhibition

·  Bucarest, Romania - 3 gennaio 2005

Conferenza “Fare affari nel Sud-Est dell’Europa”

·  Plovdiv, Bulgaria - 1 dicembre 2004 - 7 gennaio 2005

Dove siamo

  • Corso Cavour, 2
    70121 Bari, BA - Italia

Contatti

  • +39.080.5538659 - +39.080.2174274
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari di apertura

Da Lun a Gio

Ven

9.00 - 13.30 / 14.30-18.30

9.00 - 14.00

Sab-Dom Chiuso