Loading...
http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/slide.1gk-is-110.JPG http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/3gk-is-110.JPG http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/2gk-is-110.JPG http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/slide.4gk-is-110.jpg http://ccio.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/Workshop Uno sguardo ad Estgk-is-110.jpg
Text

Progetti

Sempre in continuo aggiornamento

Food & Drink

Il piacere incontra la tavola

Eventi e Fiere

Protagonisti in bella mostra

Il presidente

Antonio Barile

Workshop

Hong Kong hub per la Cina

NEWSLETTER N.412

 

NEWSLETTER N. 12/04                                                                 Bari 13/10/04

 

INIZIATIVE della Camera:  Cina - Sito Web -  Ungheria – Tessile

 

Notizie  :        Privacy, Commercio Elettronico, Società Europea, Esportatori, Collaborazioni coordinate e continuative,Bandi europei, Costi orari manodopera, Inflazione UE, Tessile e Abbigliamento, Importazione giocattoli, Importazione tessili, Sostanze dannose per l’ozono, Informazioni tariffarie, Dazi antidamping,

 

Richieste e Offerte         :       Serbia e Montenegro, Cina, Italia, Turchia

FIERE                            :       SOFIA (BULGARIA

 

 

19 ottobre 2004 sede Camera di Commercio Italo Orientale

 

 “CINA: opportunità di sviluppo per le aziende italiane”

 

La nostra Camera, in collaborazione con Confapi Puglia, organizza per il 19 ottobre, ore 16.30,  un incontro sul tema:

CINA opportunità di sviluppo per le aziende italiane

Il seminario verterà su:   

-  Il commercio con la Cina e la distribuzione dei prodotti;

-  Apertura di un ufficio di rappresentanza e costituzione di società ad intero capitale straniero: aspetti civilistici e tassazione.

-  Investimenti stranieri in Cina.

Gli  imprenditori avranno l’opportunità di fare domande dirette ai relatori:

- dott. Pierluigi Sterzi

- avv. Orazio De Cillis,

e di prendere successivi contatti per meglio dettagliare le proprie esigenze rispetto a questo mercato.

La riunione si terrà presso la nostra sede a Bari in via Gentile 53 c – Bari

 

(Siamo in zona Japigia, dopo il Sacrario Militare in direzione Torre a Mare- per chi proviene da Bari.

Dalla S.S. 16 bis uscita via Gentile - Sacrario Militare- n. 16- se provenienti dalla direzione Foggia.

Al civico 53/c si trova un cancello bianco e blu e si può entrare e parcheggiare all'interno gratuitamente. )

La partecipazione all’incontro è gratuita, previa registrazione.

 

SITO WEB

Vi invitiamo a visitare il sito web della Camera www.ccio.it le richieste e offerte sono aggiornate al  10 Ottobre 2004.

Chi non dovesse essere ancora presente sul sito è invitato a contattarci per chiarire le modalità di inserimento dati e foto. Vi ricordiamo che al momento questo servizio è gratuito per i soci della Camera.

 

Prossimi appuntamenti previsti:

 

 29 ottobre ore 16.30 presso Confapi BrindisiCountry presentation: Ungheria” con i responsabili dell’ITD Budapest.

 

Dedicato alle aziende del settore TESSILE

Bari: data da definire a inizio novembre incontro organizzato da Legaltax Bureau in collaborazione con la Camera con i responsabili di una società che si occupa di:

- Ricerca di agenti, importatori, show-room all’estero

- Ricerca di fornitori per produzione all’estero

- Ricerca di personale a livello internazionale

- Esperti di produzione in Tunisia, Romania, Bulgaria, Ukraina

 

Notizie

 

PRIVACY

Su Privacy e Tutela dei Dati Aziendali: anche se per tale adempimento c'è stato slittamento
al 31/12/2004
, non significa ridursi all'ultimo momento. Si può però approfittare dell'occasione per attivarsi
avendo il tempo per le opportune valutazioni delle alternative tecniche che potrebbero emergere e degli
investimenti ed interventi di riorganizzazione della struttura e dei compiti che emergeranno

Per le aziende ed i professionisti che non redigono il D. P. S. - Documento Programmatico della Sicurezza o non adempiono al pieno rispetto del D. Lgs. 196/2003 sulla Privacy, entro il prossimo 31 dicembre, sono previste sanzioni penali e pesanti multe: da 3 a 30 mila Euro – in casi di più gravi inadempienze – triplicabili e con reclusione da 6 mesi a 3 anni.

Le norme sulla Privacy e per le Misure Minime di Sicurezza tendono ad evitare di creare danni a terzi, primi tra questi ai dipendenti, evitando o riducendo il rischio di risponderne. Le norme servono principalmente a prevenire i danni che i terzi possono procurarci, volontariamente o involontariamente e a proteggere il nostro patrimonio d’informazioni aziendali.

Per tale motivo Vi invitiamo ad aderire all’incontro organizzato dalla società AP System previsto per il 29 ottobre dalle ore 9.00 - HOTEL MAJESTIK -BARI  del quale Vi abbiamo fornito indicazioni con e-mail del 11.10.04.

 

Commercio Elettronico: Incentivi all’e-commerce

Con la circolare 8 ottobre 2004 (prot. n. 1.253.707) del Ministero delle attività produttive vengono riavviate le agevolazioni per il commercio elettronico. I progetti agevolabili sono quelli che costano almeno 30 mila euro e il 50% sarà assunto dallo Stato. Verrà stilata una apposita graduatoria a punti dei potenziali beneficiari. Termine per le domande: 90 giorni dalla pubblicazione (ancora non avvenuta) in Gazzetta Ufficiale della circolare.

 

Società Europea da oggi al via

Dall’8 ottobre è in vigore il regolamento Ue 2157/2001 che ha istituito la Societas Europaea (SE). Il provvedimento, direttamente applicabile negli Stati membri (dovranno però essere assunti alcuni provvedimenti di attuazione) introduce regole armonizzate di diritto internazionale privato e un quadro di riferimento comune per le fusioni transfrontaliere.

 

Esportatori, status facilitato

La circolare n. 54/D dell'Agenzia delle dogane dell'1/10/04 provvede a semplificare gli adempimenti degli esportatori autorizzati. Possono essere definiti tali, ora, non solo i produttori ma anche i commercianti. Sarà possibile richiedere con un'unica domanda la concessione dello status per tutti i paesi o gruppi di paesi che ne prevedono la figura, a patto che abbiano regole doganali uniformi.

 

Le vecchie "co.co.co" al capolinea

Il 25 ottobre 2004 perderanno qualsiasi efficacia quei contratti di collaborazione coordinata e continuativa stipulati prima della riforma Biagi che non possono essere ricondotti a un progetto o fase di esso. Scade infatti il periodo transitorio durante il quale i nuovi contratti a progetto hanno convissuto con le vecchie co. co.co stipulate prima della data di entrata in vigore del provvedimento.

Consultazione sui bandi di gara via Internet

La Commissione europea ha lanciato una consultazione sulla stipulazione dei contratti di appalto per via elettronica, con la quale invita le imprese a segnalare i problemi incontrati e a fornire il loro parere in generale sull'utilizzazione dei mezzi elettronici per partecipare a bandi di gara: ricerca in linea, accesso ai dossier, presentazione, firma elettronica, ecc. Questa consultazione si concluderà il 15 ottobre. Essa prepara un piano d'azione sulla stipulazione di contratti di appalto pubblico via Internet, che dovrebbe essere presentato prima della fine dell'anno.

(http: //europa.eu.int/yourvoice/consultations)

 

Crescita dei costi orari della manodopera

Nel secondo trimestre 2004, i costi della manodopera nell'economia della zona euro sono cresciuti del 2,2%, se paragonati allo stesso periodo dell'anno 2003; questo aumento è stato pari al 2,7% nel primo trimestre 2004. Nell'UE a 25 questi costi sono aumentati del 2,8% in un anno, contro il 3,7% nel primo trimestre 2004. Tra i 17 Stati membri per i quali sono disponibili i dati, le crescite maggiori sono state registrate in Lettonia (10,4%), Ungheria (8,4%), Estonia (5,8%), Polonia (5,3%) ma anche in Portogallo (4,9%), in Lituania (4,4%) e nel Regno Unito (4,4%). Le crescite minori hanno interessato la Germania (1,2%) ed i Paesi Bassi (2,1%), mentre l'Austria ha registrato una diminuzione di -0,5%. Solo per il settore industriale, l'aumento dei costi orari della manodopera al secondo trimestre 2004 è stato pari al 2,6% nei 12 Stati della zona euro e al 3,1% nell'UE a 25.

 

Inflazione stabile al 2,3% nell'UE in agosto

Secondo i dati pubblicati da Eurostat, il tasso d'inflazione annuale nella zona euro è stato del 2,3% nel mese di agosto 2004, quindi invariato rispetto a luglio, nonostante l'impennata dei prezzi del petrolio, mentre un anno fa il tasso

era del 2,1%. Quanto al tasso d'inflazione annua dell'Unione a venticinque, è stato del 2,3% nell’agosto 2004, invariato rispetto a luglio; mentre un anno fa era dell'1,9%. Il tasso d'inflazione mensile registrato in agosto 2004 è dello 0,2%, nella zona euro, e dello 0,1%, nell'UE25. In agosto 2004, i tassi d'inflazione annua più bassi sono stati registrati in Finlandia (0,3%), in Danimarca (0,9%), nei Paesi Bassi ed in Svezia (1,2% ciascuno) e nel Regno Unito (1,3%), i più alti invece sono stati in Lettonia (7,8%), in Ungheria (7,2%), in Slovacchia (7,0%) ed in Polonia (4,9%).

Le principali componenti che hanno presentato i tassi annui più elevati sono stati gli alcolici, il tabacco e la sanità (8,2% ciascuna), mentre i tassi più deboli sono stati rilevati nelle comunicazioni (-2,5%) e negli svaghi e cultura (0,2%). Più precisamente, i carburanti per il trasporto hanno avuto il più forte impatto nel rialzo del tasso globale (+0,30 punti percentuali), davanti al tabacco (+0,27) ed i combustibili liquidi (+0,12), mentre le telecomunicazioni (- 0,14), l'abbigliamento, le automobili ed i legumi (-0,08) hanno avuto il più forte impatto al ribasso.

 

Tessile e Abbigliamento

Le imprese nazionali di produzione e trasformazione del settore tessile-abbigliamento, interessate a beneficiare delle riserve industriali per l’anno successivo in base all’accordo stabilito dall’U.E. con il VIETNAM, dovranno presentare entro il 26 ottobre al Ministero delle Attività Produttive – Direzione Generale per la Politica Commerciale – div.3^ una domanda corredata di certificato originale di iscrizione alla locale Camera di Commercio, da cui risulti la propria attività di produzione/trasformazione.

Nella domanda, redatta in carta intestata, dovrà essere indicato indirizzo completo (ed eventuali numero di telefono e telefax) ed il quantitativo dei prodotti che, per ciascuna categoria, si intende importare.

Sono interessate tutte le categorie dei prodotti tessili-abbigliamento stabilite nell’Accordo tra il Vietnam e la Comunità Europea.

Per quanto concerne la fornitura di materie prime (seta greggia, cascami di seta, peli di animali: angora e cachemire) l’accordo prevede, inoltre, che il Vietnam si impegna a prendere in favorevole considerazione le richieste delle industrie tessili comunitarie produttrici e trasformatrici – nei limiti delle disponibilità - a condizioni non meno favorevoli di quelle applicate agli utilizzatori vietnamiti.

La lista delle imprese interessate sarà trasmessa dallo scrivente Ufficio alla Commissione dell’U.E., che a sua volta la notificherà alle competenti autorità del Vietnam.

Le imprese che saranno incluse nella lista dovranno, in seguito, mettersi in contatto con gli organismi competenti vietnamiti.

 

Importazione  giocattoli  in  pvc

Con decisione 2004/624/ce, la commissione ce ha prorogato sino al 20 novembre 2004 l' operatività delle vigenti disposizioni riguardanti l'importazione e l'immissione sul mercato di giocattoli e di articoli di puericultura, fabbricati in pvc morbido e destinati ad essere introdotti nella bocca dei bambini da zero a tre anni, a causa della possibile pericolosità dei relativi componenti a base di ftalati.

 

Importazione  prodotti  tessili  dal  Pakistan

Con regolamento CE n. 1652/2004 del 20 settembre 2004, la Commissione, in attuazione della clausola di "flessibilità straordinaria" richiesta dalla repubblica del Pakistan, ha autorizzato il trasferimento di quote di importazione tra esercizi contingentali, relativamente a talune categorie di prodotti tessili la cui introduzione nella comunità e' tuttora sottoposta ad autorizzazione, ai sensi del regolamento Cee n. 3030/93, riguardante il regime comune di importazione dei prodotti tessili originari dei paesi terzi. In particolare, sono stati autorizzati trasferimenti di quote dall' anno contingentale 2003 all' esercizio contingentale 2004 (con adeguamenti quantitativi variabili dal – 5,0 % al + 25,9 %), per le seguenti categorie tessili: 4, 5, 20 e 28.

 

Sostanze  dannose  per  l'ozono

la G.U. n. 205 del 1° settembre 2004 pubblica un comunicato del Ministero dell’ Ambiente con cui, le imprese italiane in possesso di autorizzazione all’ uso di presidi a base di bromuro di metile, sono state invitate ad esprimere una “manifestazione di interesse”, al fine di poter beneficiare della deroga per usi critici, di cui al regolamento CE n. 2037/2000, concernente la regolamentazione, sia per quanto riguarda gli scambi con l’ estero sia sul piano intracomunitario, di taluni prodotti chimici (clorofluorocarburi, tetracloruro di carbonio, tricloroetano, ecc.) ritenuti dannosi per lo strato di ozono

Informazioni  tariffarie  vincolanti

Con comunicazione 2004/c 224 dell' 8 settembre 2004, la commissione ce ha pubblicato il nuovo elenco delle autorità dei 25 stati membri abilitate alla ricezione ed al rilascio delle informazioni tariffarie vincolanti, in applicazione dell' articolo 6 del regolamento CEE n. 2454/93,  riguardante le disposizioni di applicazione del codice doganale comunitario, adottato con regolamento CEE n. 2913/92.

Per quanto concerne l' Italia, resta confermata sia la competenza di tutti gli uffici doganali periferici per quanto riguarda la ricezione delle domande di informazioni tariffarie vincolanti, sia la competenza esclusiva dell' agenzia delle dogane - ufficio applicazione tributi, per quanto concerne il rilascio delle stesse informazioni tariffarie vincolanti.

 

Dazio antidumping: polietilenetereftalato

Il Consiglio dei Ministri dell'UE ha adottato a maggioranza qualificata un Regolamento che istituisce un dazio antidumping definitivo, che interessa la percezione definitiva del dazio provvisorio istituito sulle importazioni di polietilene Tereftalato

originario dell'Australia e della Repubblica Popolare Cinese. Questo regolamento conclude la procedura antidumping riguardante le importazioni di polietilene tereftalato originarie del Pakistan e libera gli importi depositati a titolo del dazio provvisorio istituito.

 

Dazio antidumping: accessori per tubature

Il Consiglio dei Ministri dell'UE ha adottato un Regolamento che modifica il regolamento 964/2003 che istituisce un dazio antidumping definitivo sulle importazioni di certi accessori per tubature originari della Tailandia. Il provvedimento rivede al ribasso il dazio antidumping fissato l'anno scorso, tenuto conto di una diminuzione del livello di dumping registrato dalla Commissione.

 

Procedure antidumping: prodotti laminati piani in ferro o acciaio

Il Consiglio dei Ministri UE ha adottato un Regolamento che chiude le procedure antidumping sull'import di alcuni prodotti laminati piani in ferro o acciaio non in lega larghi 600 mm o più, senza rivestimento, solo laminati a caldo, di India,

Taiwan e Serbia-Montenegro. Ha adottato un Regolamento simile anche per l'import degli stessi prodotti dalla Bulgaria e dal Sudafrica.

 

Dazio antidumping: elettrodi in grafite

Il Consiglio dei Ministri UE ha adottato Regolamento che fissa un dazio antidumping e un dazio compensativo definitivo sull'import di alcuni sistemi di elettrodi in grafite dell'India. Il Regolamento riguarda anche la definitiva riscossione

dei dazi provvisori già instaurati.

 

Richieste e offerte

 

SERBIA E MONTENEGRO

Richiesta agroalimentare

Richiesta di acquisto frutta e ortaggi dalla Puglia da parte di un grosso importatore montenegrino. Il primo carico sarà  un autotreno di 20-22 tonnellate, di roba mista: pere, mele, aranci, mandarini, carciofi e pomodori.

 

Offerta di lavorazione in conto terzi

“Dal 1997 lavoriamo in conto terzi per un grosso partner italiano biancheria intima (alta moda), con una produzione giornaliera di 5.000 capi (maglie di varie genere, slip, boxer e pigiami).

Abbiamo la possibilità di allargare ed aumentare la produzione e dare un prodotto di alta qualità rigorosamente controllato ed in grado di soddisfare le esigenze del mercato europeo. Considerando la nostra esperienza produttiva, riteniamo di poter puntualmente soddisfare ogni richiesta di lavorazione per conto dei terzi a costi competitivi per capo, data la vicinanza geografica ed il basso costo della mano d’opera.

Naturalmente, la merce data in lavorazione sarebbe, da parte nostra, coperta da un’assicurazione – garanzia bancaria a favore del committente.

Siamo interessati ad una collaborazione seria e a lungo termine con il massimo impegno delle nostre capacità produttive.

Sarebbe opportuno che i vostri tecnici visitassero i nostri stabilimenti, portando qualche campione dei capi che potrebbero essere fatti da parte nostra.

Informiamo che i trasporti da Bari ed Ancona si svolgono con traghetti giornalieri. Da Roma e Bari due volte alla settimana c’è un aereo della compagnia di bandiera montenegrina.”

 

Cina

Offerta per inserzione pubblicitaria

Per le aziende del settore tessile. Abbiamo ricevuto i dati per contattare (in lingua inglese) la rivista: “Modern Textile Magazine & Texindex” che offre la possibilità di inserzioni pubblicitari a pagamento.

 

Italia

Offerta

Laboratorio artigiano vende collezione di sculture in gesso periodo primi del '900, circa n.100 pezzi, animali, busti e statue. Sculture di dimensioni da 30 a 100 cm.

Attrezzatura di officina e stampaggio per la lavorazione dei metalli

Richiesta

 

Si chiedono contatti con aziende libiche interessate ad acquistare abbigliamento e scarpe usate.


TURCHIA

Richieste

Solid Merbau Parquet
Battery
Chipboard Screws
Polypropylene Waste
Stained Glass
PVC Belt
Wire
Printing Paper
Chemical Equipment For White Oil
Rubber And Plastic Raw Materials

 

Offerte

Plastic bags - Zipper Bags Etc..
Aluminium and zinc die casting, tooling, brass
Furniture & Home Textile & Mattress
Metal Work Processing Service
Towel

 

Maggiori dettagli in segreteria

 

 

FIERE
SOFIA (BULGARIA), Fiera Internazionale Alimenti, Bevande e Packaging

Dal 10 al 13 novembre p.v. si terranno in parallelo, alla Festivalna Hall di Sofia, due fiere internazionali di notevole interesse: la settima edizione di "Balkan - Food & Drink" e l'ottava edizione di "Balkan - Packaging, Printing & Recycling".  Le informazioni sui due eventi si trovano all'indirizzo http://www.viaexpo.com/expo_food_en.htm.

 

ATTENZIONE

Lei riceve questa Newsletter perché risulta iscritto alla Camera di Commercio Italo Orientale.

Per cambiare il suo indirizzo e-mail, o chiedere di non ricevere più la newsletter, spedisca una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per quanti ricevono questa newsletter via posta invece è necessario scrivere al seguente indirizzo, Camera di Commercio Italo Orientale via Gentile 53 c – 70126 Bari, per modificare i propri dati o chiedere la cancellazione dalla newsletter stessa.

Per ogni richiesta, segnalazione, suggerimento, spedisca una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   oppure per coloro che fossero privi di indirizzo di posta elettronica all’indirizzo sopra indicato.

Il responsabile per il trattamento dati è il Presidente Silvio Panaro via Gentile 53 c Bari.

 

Cordiali saluti

Dott.ssa Alessandra BARNABA            Tel.080.5538659  e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dove siamo

  • Corso Cavour, 2
    70121 Bari, BA - Italia

Contatti

  • +39.080.5538659 - +39.080.2174274
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari di apertura

Da Lun a Gio

Ven

9.00 - 13.30 / 14.30-18.30

9.00 - 14.00

Sab-Dom Chiuso